mercoledì 6 giugno 2018

LXXXIII. PRESENTAZIONE DI RUSSIA 2018



LA RUSSIA




Forma di governo: repubblica semipresidenziale federale.
Capitale: Mosca
Lingua: Russo
Superficie: 17.125.191 km² 
Popolazione: 146 838 993 ab.
Densità: 8,56 ab./km²
Etnie: Russi 79%, Tatari 3,83%, Ucraini 2%, Baschiri 1,15%, Ceceni 0,94%, Armeni 0,78%, altre ca. 10%
Religioni: Chiesa Ortodossa Russa 41%, altri Ortodossi 1,5%, altri Cristiani 4,1%, Islam 6,5%, spirituali non religiosi 25%, atei 13%.



Breve storia
La storia della Russia è sempre stata legata all’intrecciarsi di varie popolazioni di origini slava e di origine asiatica. Le prime strutture commerciali si svilupparono grazie ad insediamenti greci. Dopo il succedersi di varie invasioni, lo sviluppo della Rus di Kiev (882d.c.) segno il formarsi del primo nucleo della futura Russia, caratterizzata da un’unica lingua derivata dal alfabeto greco (cirillico). Con la decadenza di Kiev si crearono le condizioni favorevoli all’invasione mongola del1223. Il dominio mongolo durò fino al1380, quando, dopo la sconfitta di Kulikovo, i mongoli furono costretti a lasciare lo spazio allo sviluppo sempre più rapido della Rus di Mosca. L’espansione turca e la caduta di Costantinopoli fece si che la chiesa ortodossa vedesse in Mosca l’erede diretta di Costantinopoli. Da questo periodo in poi la storia della Russia è legata alla costante espansione di Mosca e al formarsi, pur attraverso lotte interne tra le dinastie degli zar, di un impero sempre più potente. Con l’ascesa al potere della famiglia Romana e con l’incoronazione di Pietro il Grande, la Russia consolidò ulteriormente il suo potere uscendo vittoriosa dalla guerra contro gli svedesi. Questa vittoria dette la possibilità a Pietro il Grande di avere gli sbocchi sul mar Baltico dove venne costruita la nuova capitale che dal nome del imperatore Pietro fu chiamata Pietroburgo. Katerina ll di Russia continuò la politica di grandezza perseguita da Pietro il Grande, ma non riuscì a favorire la modernizzazione interna del Paese. Katerina ll fu tanto abile in politica estera quanto incapace di cogliere la necessità di un rinnovamento interna della Russia. Questa incapacità di cogliere la necessità della trasformazione del Paese, sarà una caratteristica più o meno forte di tutti gli zar successivi e sarà uno dei motivi che nel 1917 porteranno al crollo del Impero Zarista e alla rivoluzione d’Ottobre. Nel 1991, dopo circa 75 anni di potere sovietico, la Russia entrava in quella che è la fase politica attuale. Il periodo di Eltzin non ha contribuito a risolvere i drammatici problemi di fondo che ancora contraddistinguano la situazione della Russia contemporanea. L’emergere di categorie come quelle dei nuovi ricchi è stato accompagnato da condizioni di miseria che hanno colpito prima di tutto le fasce sociali più deboli: i vecchi ed i bambini. La miseria prima sconosciuta alla stragrande maggioranza della popolazione, è diventata un fenomeno molto comune nelle grandi e piccole città; parallelamente si è sviluppato anche il fenomeno della delinquenza comune ed organizzata. In breve, la situazione della Russia di oggi è tutt’altro che stabile ed essa si riflette nella politica. Anche la cultura russa è caratterizzata da profonde differenze nate dalle influenze culturali provenienti da alte nazioni o diversi gruppi etnici.

http://www.alphabeto.it/continenti/asia/russia_storia.htm


Altre notizie
Geografia: il territorio russo, la cui superficie è la più estesa del mondo, è costituito da grandi pianure e da rilievi molto deboli, come gli Urali,  le montagne più elevate sono collocate ai confini dello spazio russo (Caucaso, Monti dell’Altaj, Kamčatka), la cima più elevata è il Monte Elbrus (5 642 m). Le coste si estendono per varie decine di migliaia di chilometri e sono prevalentemente basse tranne in alcune zone rivolte all'oceano Pacifico. Numerosi sono i bacini marini che bagnano le coste: a ovest la Russia si affaccia per un breve tratto sul mar Baltico, mentre a est il Pacifico forma i vasti bacini del mare di Ochotsk e del mare di Bering; la lunga fascia costiera artica si articola in grosse penisole piuttosto tozze (fra le maggiori quella del Tajmyr, di Gyda e di Jamal) che formano i bacini del mar Bianco, mare di Kara, mare di Laptev, mare della Siberia Orientale. Le principali isole sono la Novaja Zemlja, la Terra di Francesco Giuseppe, le Isole della Nuova Siberia, l'Isola di Wrangel e, sul lato pacifico, le isole Curili e Sachalin. I maggiori fiumi russi sono il Volga (3531 km) e i tre grandi fiumi siberiani: l'Ob' (3680 km), lo Enisej o Jenisej (4287 km) e la Lena, ai quali si aggiungono, seppure con dimensioni lievemente minori, l'Amur e la Kolyma. Al di fuori di questi fiumi, di rilevanza mondiale, esistono altre decine di fiumi di lunghezza superiori ai 1 000 km: in Europa si estendono i bacini del Dnepr, del Don, della Pečora, della Dvina Settentrionale e Occidentale e gli affluenti del Volga. Riguardo ai laghi i due maggiori sono situati ai confini meridionali (mar Caspio e Bajkal), gli altri sono situati nella parte europea (Ladoga, Onega, Il'men', lago dei Ciudi). Nelle vaste pianure siberiane sono invece molto estese le zone paludose. Molto importanti, nel panorama russo, sono i bacini artificiali.

Il clima
Clima polare al nord; Clima temperato freddo in Siberia e nella Russia Europea; Clima temperato a sud, nella steppa; Clima subtropicale umido sul Mar Nero.

Economia:
la Russia possiede enormi risorse naturali come gas e petrolio. È il 10° paese per Pil e il 6° per potere d’acquisto. La superficie per l’agricoltura è la 4a più estesa del mondo, rilevante è la pesca. La nazione è altresì collocata tra i rimi posti mondiali per produzione industriale: tra i molti prodotti fabbricati spiccano le automobili, i velivoli spaziali (la Russia è stata una delle nazioni pioniere nell’esplorazione spaziale), il materiale elettronico – informatico.

Cultura e sport:
L’architettura ha subito influenze bizantine, rococò, del rinascimento italiano. Importanti testimonianze a livello mondiale sono state lasciate nel campo della musica, della letteratura, della filosofia e della danza. Gi sport maggiormente praticati sono il calcio, la pallacanestro, la pallavolo, l’hockey.



MONDIALE CALCISTICO RUSSIA 2018
 (21.esima edizione Coppa del Mondo di Calcio)

Il manifesto 

Il logo

La mascotte

Il pallone del mondiale


 L'inno ufficiale dei mondiali



 La Coppa del Mondo



Le città e gli stadi del mondiale



MOSCA
Abitanti: 12 506 468 ab.
Stadio (1): Lužniki
Anno di inaugurazione: 1956
Capienza: 81 000 posti
Stadio (2): Otkrytie Arena
Anno di inaugurazione: 2014
Capienza:  44 929 posti

SAN PIETROBURGO
Abitanti: 5 351 935 ab.
Stadio: Zenit Arena
Anno di inaugurazione: 2017
Capienza: 68 130 posti

KALINIGRAD
Abitanti: 453 461 ab.
Stadio: Arena Baltika
Anno di inaugurazione: 2018
Capienza: 45 015posti

KAZAN
Abitanti: 1 231 878 ab.
Stadio: Kazan Arena
Anno di inaugurazione: 2013
Capienza: 45 105 posti

NIŽNIJ NOVGOROD
Abitanti: 1 267 760 ab.
Stadio: Nižnij Novgorod
Anno di inaugurazione: 2018
Capienza:  44 899 posti

SAMARA
Abitanti:  1 169 719 ab.
Stadio: Futbol’nyj stadion v Samare
Anno di inaugurazione: 2017
Capienza: 44 918 posti

VOLGOGRAD
Abitanti:  1 017 451 ab.
Stadio: Volgograd Arena
Anno di inaugurazione: 2017
Capienza: 45 015 posti

SARANSK
Abitanti: 304 866  ab.
Stadio: Mordovia Arena
Anno di inaugurazione: 2017
Capienza: 45 015 posti

ROSTOV SUL DON
Abitanti: 1 119 875 ab.
Stadio: Rostov Arena
Anno di inaugurazione: 2017
Capienza: 43 702 posti

SOČI
Abitanti: 401 291 ab.
Stadio: Olimpico Fišt
Anno di inaugurazione: 2013
Capienza: 47 659 posti

EKATERINBURG
Abitanti: 1 455 904 ab.
Stadio: Centrale
Anno di inaugurazione: 1957
Capienza: 35 000 posti

mercoledì 3 gennaio 2018

LXXXII. MIROSLAV KLOSE



 Miro Klose
Miroslav Klose è nato a Opole in Polonia il 9 giugno 1978 da una famiglia di origine tedesca che negli anni della sua infanzia si trasferì in Germania. Crebbe calcisticamente nel Blaubach-Diedelkopf. Klose, di ruolo attaccante, detiene il primato delle reti complessive realizzate ai mondiali: infatti dal 2002 al 2014 ha messo a segno complessivamente 16 reti in 4 edizioni dei mondiali. Nella nazionale tedesca detiene il primato per reti realizzate: 71 in 137 gare ufficiali; è stato vicecampione del mondo nel 2002, vicecampione europeo nel 2008, campione del mondo nel 2014, inoltre è arrivato due volte 3° al mondiale ed è stato scarpa d’oro per avere vinto la classifica cannonieri nel 2006. Attaccante alto, prolifico, forte fisicamente e molto abile nel gioco aereo, si faceva notare per il senso della posizione e la freddezza sotto porta. Dotato di buona tecnica e notevole intelligenza tattica, oltre ad essere un efficace realizzatore, era abile nel mandare in gol i compagni di squadra, qualità che gli consentiva di risultare decisivo anche senza segnare. Ha giocato in Germania nell’Homburg, nel Kaiserslautern, nel Werder Brema e nel Bayern Monaco. In quelle squadre tedesche ha vinto: 2 Coppe di Lega Tedesche con il Werder Brema ed il Bayern Monaco, 2 campionati tedeschi col Bayern Monaco, 1 Supercoppa Tedesca sempre col Bayern. Individualmente è stato nel 2005 – 2006 capocannoniere della Bundesliga. Dal 2011 al 2016 ha giocato in Italia nella SSLazio 1900, realizzando 63 reti in 171 gare ufficiali ed ha contribuito a vincere la Coppa Italia 2013 nella storica finale contro l’ASRoma. Detiene il primato per maggior numero di reti realizzate da uno straniero nella Lazio.  Nel 2016 ha smesso di giocare ed ha intrapreso la carriera di allenatore, iniziando con l’aiutare il C.T. della nazionale tedesca  Joachim Löw.
 
Carriera di Miroslav Klose
Giovanili
1986-1997
Blaubach-Diedelkopf
Società
1997-1998
Blaubach-Diedelkopf
? (?)
1998-1999
Homburg II
15 (10)
1998-1999
Homburg
18 (1)
1999-2001
Kaiserslautern II
50 (26)
1999-2004
Kaiserslautern
120 (44)
2004-2007
Werder Brema
89 (53)
2007-2011
Bayern Monaco
98 (24)
2011-2016
Lazio
139 (54)
 
Vittorie con le squadre di società:
Coppa di Lega tedesca: 2
Werder Brema 2006, Bayern Monaco: 2007
Campionato tedesco: 2
Bayern Monaco: 2007-2008, 2009-2010
Coppa di Germania: 2
Bayern Monaco 2007-2008 e 2009-2010
Supercoppa di Germania: 1
Bayern Monaco 2010
Coppa Italia: 1
Lazio 2012-2013

Vittorie individuali:

All-Star Team del campionato mondiale
Corea del Sud-Giappone 2002 e Germania 2006
Capocannoniere della Bundesliga
2005-2006 (25 gol)
Scarpa d'oro del campionato mondiale
Germania 2006 (5 gol)
Calciatore tedesco dell’anno
2006


In nazionale
Ha realizzato 71 reti (primato assoluto nella nazionale tedesca) in 137 gare ufficiali ed ha vinto la Coppa del Mondo 2014.

sabato 2 dicembre 2017

LXXXI. I GIRONI E IL CALENDARIO DI RUSSIA 2018






GIRONI RUSSIA 2018

Gruppo A: Russia, Arabia Saudita, Egitto, Uruguay;
Gruppo B: Portogallo, Spagna, Iran, Marocco;
Gruppo C: Francia, Perù, Danimarca, Australia;
Gruppo D: Argentina, Croazia, Islanda, Nigeria;
Gruppo E: Brasile, Svizzera, Costa Rica, Serbia;
Gruppo F: Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud;
Gruppo G: Belgio, Inghilterra, Tunisia, Inghilterra;
Gruppo H: Polonia, Colombia, Senegal, Giappone.


CALENDARIO RUSSIA 2018

GIOVEDÌ 14 GIUGNO:
17.00    Russia vs Arabia Saudita (gruppo A, a Mosca)

VENERDÌ 15 GIUGNO:
14.00     Egitto vs Uruguay (gruppo A, a Ekaterinburg)
17.00     Marocco vs Iran (gruppo B, a San Pietroburgo)
20.00     Spagna vs Portogallo (gruppo B, a Sochi)

SABATO 16 GIUGNO:
12.00     Francia vs Australia (gruppo C, a Kazan)
15.00     Argentina vs Islanda (gruppo D, a Kaliningrad)
18.00     Perù vs Danimarca (gruppo C, a Saransk)
21.00     Croazia vs Nigeria (gruppo D, a Kaliningrad)

DOMENICA 17 GIUGNO:
14.00     Costa Rica vs Serbia (gruppo E, a Samara)
17.00     Germania vs Messico (gruppo F, a Mosca)
20.00     Brasile vs Svizzera (gruppo E, a Rostov)

LUNEDÌ 18 GIUGNO:
14.00     Svezia vs Corea del Sud (gruppo F, a Nizhny Novgorod)
17.00     Belgio vs Panama (gruppo G, a Sochi)
20.00     Tunisia vs Inghilterra (gruppo G, a Volgograd)

MARTEDÌ 19 GIUGNO:
14.00     Polonia vs Senegal (gruppo H, a Mosca)
17.00     Russia vs Egitto (gruppo A, a San Pietroburgo)
20.00     Colombia vs Giappone (gruppo H, a Saransk)

MERCOLEDÌ 20 GIUGNO:
14.00     Portogallo vs Marocco (gruppo B, a Mosca)
17.00     Uruguay vs Arabia Saudita (gruppo A, a Rostov)
20.00     Iran vs Spagna (gruppo B, a Kazan)

GIOVEDÌ 21 GIUGNO:
14.00     Francia vs Perù (gruppo C, a Ekaterinburg)
17.00     Danimarca vs Australia (gruppo C, a Samara)
20.00     Argentina vs Croazia (gruppo D, a Nizhny Novgorod)

VENERDÌ 22 GIUGNO:
14.00     Brasile vs Costa Rica (gruppo E, a San Pietroburgo)
17.00     Nigeria vs Islanda (gruppo D, a Volgograd)
20.00     Serbia vs Svizzera (gruppo E, a Kaliningrad)

SABATO 23 GIUGNO:
14.00     Belgio vs Tunisia (gruppo G, a Mosca)
17.00     Germania vs Svezia (gruppo F, a Sochi)
20.00     Corea del Sud vs Messico (gruppo F, a Rostov)

DOMENICA 24 GIUGNO:
14.00     Inghilterra vs Panama (gruppo G, a Nizhny Novgorod)
17.00     Giappone vs Senegal (gruppo H, a Ekaterinburg)
20.00     Polonia vs Colombia (gruppo H, a Kazan)

LUNEDÌ 25 GIUGNO:
16.00     Uruguay vs Russia (gruppo A, a Samara)
16.00     Arabia Saudita vs Egitto (gruppo A, a Volgograd)
20.00     Spagna vs Marocco (gruppo B, a Kaliningrad)
20.00     Iran vs Portogallo (gruppo B, a Kaliningrad)

MARTEDÌ 26 GIUGNO:
16.00     Danimarca vs Francia (gruppo C, a Mosca)
16.00     Australia vs Perù (gruppo C, a Sochi)
20.00     Nigeria vs Argentina (gruppo D, a San Pietroburgo)
20.00     Islanda vs Croazia (gruppo D, a Rostov)

MERCOLEDÌ 27 GIUGNO:
16.00     Corea del Sud vs Germania (gruppo F, a Kazan)
16.00     Messico vs Svezia (gruppo F, a Ekaterinburg)
20.00     Serbia vs Brasile (gruppo E, a Mosca)
20.00     Svizzera vs Corea del Sud (gruppo E, a Nizhny Novgorod)

GIOVEDÌ 28 GIUGNO:
16.00     Giappone vs Polonia (gruppo H, a Volgograd)
16.00     Senegal vs Colombia (gruppo H, a Samara)
20.00     Inghilterra vs Belgio (gruppo G, a Volgograd)
20.00     Panama vs Tunisia (gruppo G, a Samara)

SABATO 30 GIUGNO:
16.00     Ottavo di finale 1: Prima Gruppo C vs Seconda Gruppo D (a Kazan)
20.00     Ottavo di finale 2: Prima Gruppo A vs Seconda Gruppo B (a Sochi)

DOMENICA 1° LUGLIO:
16.00     Ottavo di finale 3: Prima Gruppo B vs Seconda Gruppo A (a Mosca)
20.00     Ottavo di finale 4: Prima Gruppo D vs Seconda Gruppo C (a Nizhny Novgorod)

LUNEDÌ 2 LUGLIO:
16.00     Ottavo di finale 5: Prima Gruppo E vs Seconda Gruppo F (a Samara)
20.00     Ottavo di finale 6: Prima Gruppo G vs Seconda Gruppo H (a Rostov)

MARTEDÌ 3 LUGLIO:
16.00     Ottavo di finale 7: Prima Gruppo H vs Seconda Gruppo G (a Mosca)
20.00     Ottavo di finale 8: Prima Gruppo F vs Seconda Gruppo E (a San Pietroburgo)

VENERDÌ 6 LUGLIO:
16.00     Quarto di finale 1: Vincente Ottavo di finale 2 vs Vincente Ottavo di finale 1 (a Nizhny Novgorod)
20.00     Quarto di finale 2: Vincente Ottavo di finale 5 vs Vincente Ottavo di finale 6 (a Kazan)

SABATO 7 LUGLIO:
16.00     Quarto di finale 3: Vincente Ottavo di finale 7 vs Vincente Ottavo di finale 8 (a Samara)
20.00     Quarto di finale 4: Vincente Ottavo di finale 3 vs Vincente Ottavo di finale 4 (a Sochi)

MARTEDÌ 10 LUGLIO:
20.00     Semifinale 1: Vincente Quarto di finale 1 vs Vincente Quarto di finale 2 (a San Pietroburgo)

MERCOLEDÌ 11 LUGLIO:
20.00     Semifinale 2: Vincente Quarto di finale 3 vs Vincente Quarto di finale 4 (a Mosca)

SABATO 14 LUGLIO:
16.00     Finale per il terzo posto (a San Pietroburgo)

DOMENICA 15 LUGLIO:
17.00     Finale Mondiali 2018 di calcio (a Mosca)

giovedì 16 novembre 2017

LXXX. LE TRENTADUE FINALISTE DI RUSSIA 2018



LE 32 NAZIONALI CHE PARTECIPERANNO A RUSSIA 2018





Partecip.
     Miglior risultato
   G
   V
   N
    S
   Rf 
Rs
EUROPA








Russia
3
1° turno 1994/2002/2014
9
2
2
5
13
13
Belgio
12
4a classificata 1986
41
14
9
18
52
66
Germania
18
4 titoli mondiali
106
66
20
20
224
121
Inghilterra
14
un titolo mondiale
62
26
20
16
79
56
Spagna
14
un titolo mondiale
59
29
12
18
92
66
Polonia
7
3a classificata 1974/1982
31
15
5
11
44
40
Serbia
1
1° turno 2010
3
1
0
2
2
3
Islanda
0







Francia
14
un titolo mondiale
59
28
12
19
106
71
Portogallo
6
3° classificata 1966
26
13
4
9
43
29
Svizzera
10
quarti di finale 1954
33
11
6
16
45
59
Croazia
4
3a classificata 1998
16
7
2
7
21
17
Svezia
9
finalista 1958
46
16
13
17
74
69
Danimarca
4
quarti di finale 1998
16
8
2
6
27
24
AMERICHE








Brasile
20
5 titoli mondiali
104
70
17
17
221
102
Uruguay
12
2 titoli mondiali
51
20
12
19
80
71
Argentina
16
2 titoli mondiali
77
42
14
21
131
84
Colombia
5
quarti di finale 2014
18
7
2
9
26
27
Perù
4
quarti di finale 1970
15
4
3
8
19
31
Messico
14
quarti di finale 1970/1986
49
12
13
24
51
89
Costarica
4
quarti di finale 2014
15
5
4
6
17
23
Panama
0







AFRICA








Nigeria
5
ottavi di finale 1994/1998/2014
14
4
2
8
17
21
Egitto
2
1° turno 1934/1990
4
0
2
2
3
6
Senegal
1
quarti di finale 2002
5
2
2
1
7
6
Marocco
4
ottavi di finale 1986
13
2
4
7
12
18
Tunisia
4
1° turno 1978/1998/2002/2006
12
1
4
7
8
17
ASIA








Iran
4
1° turno 1978/1998/2006/2014
12
1
3
8
7
22
Giappone
5
ottavi di finale 2002/2010
17
4
4
9
14
22
Corea del Sud
9
4a classificata 2002
31
5
9
17
31
67
Arabia Saudita
4
ottavi di finale 1994
13
2
2
9
9
32
OCEANIA








Australia
4
ottavi di finale 2006
13
2
3
8
11
26





FASCE PER IL SORTEGGIO DEI GIRONI

Prima fascia:
Russia, Germania, Brasile, Portogallo, Argentina, Belgio, Polonia, Francia;
Seconda fascia:
Spagna, Svizzera, Inghilterra, Colombia, Messico, Uruguay, Croazia, Perù;
Terza fascia:
Danimarca, Islanda, Costa Rica, Svezia, Tunisia, Egitto, Senegal, Iran;
Quarta fascia:
Serbia, Nigeria, Australia, Giappone, Marocco, Panama, Sud Corea, Arabia Saudita.